Spedizione gratuita da 50€ in Italia e 100€ in Europa

Christophe Dijkmans è un ciclista di montagna trasformatosi in ultraciclista. Dall’amore per il fango all’amore per la sofferenza. 

Christophe è nato in Belgio e inevitabilmente, non appena ha scoperto il ciclismo e ha raggiunto l’età giusta, ha iniziato a combinare la passione per la bicicletta con le buone birre. 

In Belgio si nasce come amanti del fango: qualcuno sceglie il ciclocross, qualcuno la MTB. Christophe ha scelto la seconda. 

È stato un mountain biker, per la precisione un maratoneta, che amava gareggiare su lunghe distanze, con grandi dislivelli su sentieri tecnici in altura.  A un certo punto ha deciso che una gara di MTB di 100 km non era sufficiente e ha iniziato a guardare all’ultracycling. 

Dijkmans ama il dolore, ha sempre avuto dentro la passione per le lunghe distanze, fin dall’inizio della sua carriera ciclistica, ma ha scoperto l’ultracycling nel 2019, dopo il suo primo viaggio in bikepacking. Da allora la passione per le lunghe distanze e i viaggi in bicicletta è cresciuta sempre più. Nel 2021 ha partecipato alla sua prima gara di ultra e non appena ha iniziato a gareggiare è arrivato sul podio. 

Sono seguite la Silk Road Mountain Race e la 2VS, entrambe concluse al 4° posto. Quest’anno ha avuto l’opportunità di partecipare alla Mittelgebirge Classic e alla Transpyrénées, che ha concluso rispettivamente al 3° e al 2° posto. 

Durante tutta questa avventura si è fidato fin dall’inizio dei cambi Miss Grape perché, a suo dire, sono come le birre belghe: belli, forti e affidabili. 

L’assetto ideale di Miss Grape è Cluster 7, Internode 2, Node Road e Tendril 10.7. 

Per Christophe Dijkmans è tempo di altre gare e viaggi su strada, sterrato o mountain bike, ma tenete gli occhi ben aperti per vederlo: è molto, molto veloce.

Close

Sign in

Miss Grape | Bikepacking Bags

Borse da Bikepacking – fatte a mano in Italia